fbpx

About Federico De Zani

This author has not yet filled in any details.
So far Federico De Zani has created 35 blog entries.

Grifal partner di Winx Lifestyle: Magic & Design

In occasione del 15esimo anniversario dalla messa in onda del primo episodio di Winx Club verrà organizzato un evento durante la Design Week 2019. Si realizzerà un allestimento ispirato al Winx Lifestyle sulla base dei progetti elaborati e selezionati nel workshop dedicato. Grifal, infatti, sarà sponsor tecnico dell'evento, con altre aziende di primo livello e realizzerà elementi di arredamento in cArtù® disegnati per l’occasione dagli studenti del Corso di Laurea Triennale di “Design del Prodotto per l’Innovazione”, che arrederanno lo spazio ispirato al Winx Lifestyle, tra magia e design. Il progetto consiste in 6 box all'interno dei quali i 6 progetti degli studenti - precedentemente selezionati da Cilab (Responsabile della Direzione Artistica dell’evento) e Rainbow (produzione di Winx) - rappresenteranno il life style contemporaneo delle 6 protagoniste della serie. L’esposizione si svolgerà a Milano in Piazza Castello/Cairoli, dall’8 al 15 aprile.   Il Workshop Questo progetto nasce a seguito del Workshop, il quale ha coinvolto 60 studenti del Laboratorio di Sintesi Finale e i loro docenti, relativo al Corso di Laurea Triennale di “Design del Prodotto per l’Innovazione” del Politecnico di Milano. Tra gli obiettivi del brief, gli studenti hanno considerato materiali, tecnologie e categorie merceologiche delle aziende partner selezionate. Le aziende partner realizzeranno i prototipi dei concept precedentemente selezionati. Cilab si occupa della direzione artistica dell’evento previsto, in una location d’eccezione, in occasione della Milano Design Week 2019 (9-14 aprile), dove i prototipi sviluppati verranno esposti in un allestimento coerente con i valori delle aziende coinvolte. Parallelamente all’evento, che durerà per tutta la settimana, Cilab coordinerà, insieme a Rainbow, incontri, tavole rotonde e speech con lo scopo di raccontare i valori di successo del made in Italy di Rainbow e delle aziende coinvolte in questo evento. Ogni prefabbricato presenterà una parete vetrata, [...]

LE 10 REGOLE DELLA CARTA ETICA DEL PACKAGING

La carta etica del packaging è una raccolta di principi che ha lo scopo di fornire informazioni utili a progettare, produrre e utilizzare imballaggi in modo consapevole. Rappresenta una sorta di contratto ideale tra gli attori del sistema (dai progettisti, ai produttori fino agli utilizzatori finali) affinché si impegnino a condividere i principi comuni. Di seguito le 10 regole.   1. PACKAGING RESPONSABILE Il packaging ha una ripercussione su un’intera comunità e per questa ragione ha una responsabilità sociale ed è proprio di questo principio che i designer devono essere consapevoli nel momento in cui si trovano a progettare un packaging.   2. PACKAGING EQUILIBRATO Un imballaggio equilibrato non deve essere sovradimensionato né sotto l’aspetto della comunicazione né sotto l’aspetto strutturale: deve svolgere la sua funzione di contenimento e trasporto, non deve esagerare nella promessa fatta al consumatore e non deve avere un eccesso di informazioni che distraggono l’acquirente.   3. PACKAGING SICURO L’imballaggio deve dare agli utilizzatori tutte le informazioni relative alla propria tracciabilità, alla filiera produttiva, e, inoltre, garantire igiene e protezione non solo durante il trasporto ma durante tutto l’arco di vita del prodotto.   4. PACKAGING ACCESSIBILE L’imballaggio deve garantire l’accessibilità al prodotto anche ai soggetti più deboli indipendentemente dalle abilità sensoriali degli utenti. Il packaging deve essere progettato per facilitare la comunicazione anche con questi utenti; deve essere semplice, intuitivo e favorire l’uso e il consumo del prodotto.   5. PACKAGING TRASPARENTE L’imballaggio deve comunicare in modo sincero, diretto, comprensibile e senza deformazioni o inganni. Solo in questo modo è possibile costruire un rapporto immediato e duraturo con gli acquirenti, minimizzando il rischio di interpretazioni erronee.   6. PACKAGING INFORMATIVO Il packaging, come prescritto dalla normativa, deve riportare tutte le informazioni utili [...]

Una filiale Grifal a Stoccarda e la produzione in Romania

Grifal ha costituito una filiale tedesca (Grifal gmbh) a Stoccarda, con lo scopo di supportare le forze locali nel Paese che rappresenta primo mercato europeo per gli imballaggi: la Germania. L'obbiettivo è anche quello di accompagnare l'attuale prima fase di internazionalizzazione dell'azienda, nella quale è prevista l'apertura di un nuovo sito produttivo di cArtù in Romania (entro il prossimo anno). Si tratta di un ulteriore passo verso la distribuzione capillare di cArtù in Europa per mezzo della creazione di un network di siti produttivi direttamente nei vari Paesi. Tutti i dettagli nell'articolo di Corriere della Sera Bergamo del 19 dicembre 2018. Clicca sull'immagine per leggere l'articolo ⬇

Packaging in e-commerce: ruoli, responsabilità e best practice.

L'e-commerce ha dato agli acquirenti la possibilità di acquistare prodotti su richiesta e a prezzi competitivi. Il commercio elettronico è attualmente responsabile del 10% di tutte le vendite al dettaglio e crescerà fino a quasi il 15% entro il 2020. Anche il mercato globale degli imballaggi per l'e-commerce crescerà rapidamente nei prossimi anni, con un tasso di crescita annuale del 14,3% dal 2017 al 2022.* Alla luce di questi dati: Come come può il packaging facilitare la crescita dell'e-commerce? È possibile ottenere la riciclabilità al 100% degli imballaggi e-commerce? In che modo i consumatori influenzano lo sviluppo degli imballaggi e che incentivi hanno per farlo? Quanto è importante innovare per le aziende nel settore? Di questo si è discusso nel forum di Euroactive, promosso da FEFCO (European Federation of Corrugated Board Manufacturers) lo scorso 20 novembre a Brussels. Secondo quanto emerso la crescita dell’e-commerce comporta nuove sfide legate al modo in cui il packaging comunica col cliente finale e alla riduzione dell’impatto ambientale degli imballaggi. Il packaging è da tempo un elemento importante di differenziazione e comunicazione del marchio sullo scaffale, ma questi aspetti sono stati per molto tempo trascurati nell’e-commerce perché le aziende hanno riservato maggiore investimenti in pubblicità ed attenzione alle vendite. Tuttavia è molto più probabile che i clienti che ricevono packaging esteticamente attraenti condividano i loro acquisti sui social media, offrendo pubblicità gratuita e la fedeltà ai brand. L'aumento degli imballaggi dall'e-commerce fa sorgere anche un importante quesito sulle sfide per il nostro Pianeta: mentre i politici e i consumatori cercano entrambi soluzioni più rispettose dell'ambiente in che modo le aziende di imballaggio ottengono il perfetto equilibrio tra merci che arrivano in condizioni perfette e costi economici e ambientali minimi? Le aziende oggi sono [...]

Grifal inclusa in GreenItaly 2018. Il commento della Responsabile Marketing Giulia Gritti

Grifal è stata inclusa all'interno di GreenItaly 2018, il rapporto elaborato da Fondazione Symbola e Unioncamere con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente, che misura e pesa la forza della green economy nazionale. La pubblicazione è consultabile e scaricabile a questo indirizzo: https://goo.gl/vTGuD9 Di seguito il commento di Giulia Gritti, Responsabile Marketing e Membro CDA Grifal Spa:   La notizia è stata ripresa da L'Eco di Bergamo del 05/12/2018.                    

Grifal, non solo packaging

Grifal ha acquistato il 15% del capitale di Buxkin Bv, società olandese attiva nelle soluzioni sostenibili per la correzione acustica e l’arredamento per interni. Con suddetta acquisizione si concretizza il primo passo al di fuori del mondo strettamente legato al packaging, sfruttando il potenziale strategico insito nella tecnologia dell’ondulazione.     Di seguito l’articolo di Borsa Italiana. Clicca sull’immagine per ingrandire. […]

Grifal e cArtù® come esempio innovazione e sostenibilità all’evento di Il Quinto Ampliamento

Il CEO di Grifal Fabio Gritti ha partecipato come relatore sul tema "Le vie della sostenibilità" al convegno "Le Vie del Capolavoro", organizzato da Il Quinto Ampliamento, a Ivrea, il 9 e il 10 novembre. Nel suo intervento ha presentato la tecnologia innovativa che ha permesso la realizzazione di cArtù, il rivoluzionario cartone ondulato in grado sostituire le plastiche negli imballaggi. L'evento si è svolto nella splendida cornice delle Officine H Olivetti (oggi patrimonio Unesco) con due giorni di conferenze, mostre e spettacoli, che hanno visto un pubblico gremito e degli interventi di primo livello sul tema dell'economia civile. Le vie della sostenibilità" è stato patrocinato da Città Metropolitana di Torino, Anci Piemonte, Città di Ivrea, Prioritalia e con il sostegno dei Soci Confindustria Canavese, Legambiente e della Fondazione Adriano Olivetti. Info: ilquintoampliamento.it - leviedelcapolavoro.ilquintoampliamento.it

I 5 eco-goal di cArtù®

cArtù® è il nuovo cartone ondulato che vince la sfida della sostenibilità. Ecco i 5 eco-goal che rendono cArtù® il materiale per il packaging più ecologico ed eco-sostenibile. 1 - cArtù® sostituisce le plastiche e altri prodotti chimici da imballo cArtù® è l'alternativa alle plastiche utilizzate nell'imballaggio di protezione. Le sue onde, fino a 4 volte più alt del cartone ondulato tradizionale, permettono un'azione ammortizzante. Per questo motivo cArtù® è un’alternativa eco-sostenibile al polistirolo, al poliuretano espanso ed alle altre plastiche utilizzate come ammortizzanti o riempitivi nell'imballaggio di protezione.   2 - cArtù® utilizza meno carta rispetto al cartone ondulato tradizionale cArtù® è il materiale per il packaging più ecologico perché utilizza meno carta rispetto al cartone ondulato tradizionale. Infatti un metro cubo di cArtù® può arrivare a pesare circa un quarto rispetto al comune cartone ondulato, in base alla tipologia di carta e alla dimensione dell’onda. Questo risultato è dovuto al fatto che le onde di cArtù® sono eccezionalmente alte (fino a 20mm). Per ottenere lo stesso spessore con il cartone ondulato tradizionale è necessario incollare più fogli, impiegando quindi molta più carta.   3 - cArtù®riduce il consumo di anidride carbonica rispetto al cartone ondulato tradizionale Al consumo ridotto di materia prima corrisponde una riduzione fino a un quarto della produzione di CO2  necessaria per la produzione della carta stessa.   4 - Rispetto al polistirolo cArtù® riduce del 90% il volume di materia prima che deve essere smaltito dopo l’utilizzo A confronto col polistirolo (materiale non ecologico e ancora molto utilizzato per il packaging) cArtù® risulta vincente sia dal punto di vista dell’eco-compatibilità che della semplicità di smaltimento. Infatti cArtù® è un materiale riciclabile il quale, a differenza del polistirolo, è facilmente compattabile perché riduce del 90% il volume di materia prima che deve essere smaltito dopo l’utilizzo.   5 - cArtù® è realizzato con materiali riciclati e riciclabili [...]

Stracciatelling, il nuovo cartone ondulato cArtù protagonista delle decorazioni

Grifal ha curato e creato l’allestimento di Piazza Vecchia per Stracciatelling, il grande evento celebrativo del gelato di Bergamo: la Stracciatella. L’idea è stata dell’architetto Marco Servalli e del designer Davide Fagiani, che hanno realizzato le decorazioni utilizzando il nuovo cartone ondulato cArtù. Grazie a questo materiale innovativo e dalle particolari performance tecniche è possibile utilizzare carte di diverse grammature, stampate e colorate, permettendo notevoli effetti estetici ed infinite possibilità creative. Durante Stracciatelling – La festa del gelato sono stati distribuiti 300 chili del famoso gelato inventato a Bergamo nel 1961 e si sono esibiti musicisti, acrobati e attori durante la giornata.