cArtù® Grifal brevetto USA Stati Uniti La tecnologia cArtù®
ottiene il brevetto USA
Recepimento Direttive
economia circolare:
istruzioni per l'uso
Il Green Packaging
cresce nella Grande
Distribuzione Organizzata
Plastic Tax & End of Waste:
cosa succede a plastica e carta
Sostituire la plastica
è facile e conviene:
scopri cushionPaper™

TEST ISTA STANDARD

I test ISTA standard sono costituiti da linee guida di progettazione e protocolli di prova che prevedono e verificano le prestazioni degli imballi. L’obiettivo è quello di garantire la protezione dei prodotti durante i rischi -in continuo mutamento- delle fasi di movimentazione, trasporto e stoccaggio su scala globale.

La certificazione di imballi secondo i test ISTA avviene su base volontaria: non è imposta da normative nazionali o sovranazionali. Tuttavia, a fronte di numerose e significative tendenze di mercato (es. incrementare la qualità percepita dai clienti finali, ridurre l’incidenza dei resi e delle non-conformità, aderire ai requisiti di Amazon per l’eCommerce), Grifal consiglia di verificare una soluzione di imballo secondo questi standard riconosciuti in tutto il mondo.

Sempre più aziende di logistica, trasporto e movimentazione tradizionale ed espresso richiedono ai propri clienti business la certificazione degli imballaggi secondo i test ISTA, in particolare per le spedizioni internazionali e intercontinentali. Così facendo, ogni singolo imballo può essere identificato con relativo rapporto di prova che certifica l’esecuzione e il superamento dei test.

ISTA: International Safe Transit Association

ISTA è la principale associazione a livello mondiale con la missione di:

  1. consentire alle aziende e ai loro partner di ridurre al minimo i danni ai prodotti durante la distribuzione;
  2. ottimizzare l’utilizzo delle risorse (materie prime e materiali, dimensioni e spazi interni, tempi di produzione, facilità di movimentazione) attraverso un design efficace degli imballi.

L’Associazione funge da ente certificatore globale per i Laboratori in grado di eseguire questi test: è no-profit e per statuto non dispone direttamente di strutture idonee né esegue test come servizio.

Conoscere e scegliere i Test ISTA

Le procedure di test sono estremamente rigorose. Da parte del Certificatore occorre dotarsi delle migliori attrezzature di prova dedicate (es. camera climatica, pressa, …) e del know-how specifico su tutte le procedure ISTA. Per l’azienda cliente le linee guida per conoscere e scegliere i Test ISTA più indicati sono essenzialmente tre:

  1. TIPO DI OBIETTIVO
    • Verifica generica delle prestazioni di un imballo.
    • Prove specifiche di condizioni e prestazioni di un imballo.
  2. TIPO DI TRASPORTO
    • Generico o non specificato
    • Corriere espresso
    • FTL (Full Truck Load)
    • LTL (Less than Truck Load)
    • Altre specifiche (es. Amazon, FedEx)
  3. TIPO DI IMBALLO
    • Peso (prodotto più imballo) maggiore o minore di 68 Kg
    • Collo libero (movimentazione manuale)
    • Collo pallettizzato (movimentazione meccanica)

Le Serie di Test ISTA operate da Grifal

Il Laboratorio Test di Grifal è in grado di eseguire ben 29 differenti protocolli di prova certificati ISTA. I numerosi test ISTA standard sono raggruppati in Serie, qui di seguito il dettaglio di quanto disponibile collaborando con Grifal:

Serie 1 (Non-Simulation Integrity Performance Tests): Protocolli A, B, C, D, E, G, H

  • “Come si comporta una data combinazione di prodotto e imballo?”
    Si tratta di protocolli di base, ricerche e comparazioni utili per una prima analisi dell’imballo da certificare. L’obiettivo è comprendere come si comporta una determinata combinazione di prodotto e soluzione di imballo personalizzata; ne viene verificata la robustezza a fronte di comuni sollecitazioni che possono verificarsi durante un normale ciclo di trasporto.

Serie 2 (Partial Simulation Performance Tests): Protocolli A, B, C

  • “Cosa succede in un particolare caso?”
    E’ il classico scenario what if. In caso di esigenze specifiche, vengono riprodotte condizioni che possono verificarsi in uno o più momenti del ciclo di movimentazione, trasporto e stoccaggio. Le prove prevedono la verifica di eventi quali caduta, vibrazione, compressione e condizionamento atmosferico dell’imballo. La Serie 2 è l’unica che prevede l’obbligo di impiego della camera climatica durante i test.

Serie 3 (General Simulation Performance Tests): Protocolli A, B, E, F, K

  • “Devo spedire anche all’estero e i miei prodotti transiteranno attraverso più sistemi distributivi.”
    Questa serie di test riproduce fedelmente in laboratorio le tipiche condizioni e i possibili danneggiamenti procurati da uno o più cicli di trasporto. Le sollecitazioni possono essere molto variabili in fatto di tipologia, sequenza e intensità. E’ consigliabile applicare questi protocolli laddove si prevedono, ad esempio, situazioni in cui i prodotti sono esposti a differenti percorsi, mezzi di trasporto, movimentazioni in sistemi distributivi disomogenei.

Serie 6 (ISTA Members Performance Tests): Protocolli 6-Amazon.com; 6-Fedex; 6-Samsclub

  • “Devo essere sicuro di soddisfare requisiti molto stringenti e specifici come ad esempio Amazon e FedEx.”
    Alcune aziende associate ISTA, quali big player dell’eCommerce e della logistica, hanno predisposto protocolli di prova personalizzati che poi sottopongono alle aziende clienti. In alcuni casi, sono previste sanzioni per soluzioni di imballo non conformi o non performanti in rapporto a questa Serie di test. ISTA verifica e approva questi test ma la responsabilità ultima rimane in capo alle aziende che li hanno predisposti. I protocolli personalizzati della Serie 6 ISTA sono:

    • 6-Amazon.com: SIOC (Ships in Own Container), protocolli A, B, C, D, E, F, G, H;
    • 6-Amazon.com Over Boxing: PFP (Prep-Free Packaging);
    • 6-FEDEX-A: Procedure richieste per testare prodotti imballati fino a 68Kg;
    • 6-FEDEX-B: Procedure richieste per testare prodotti imballati oltre i 68Kg;
    • 6-SAMSCLUB: Prodotti imballati per il sistema di distribuzione di Sam’s Club.

Serie 7 (Development Tests): Protocollo D

  • “Ho bisogno di verificare particolari requisiti e comportamenti in funzione degli agenti atmosferici esterni”
    I test della Serie 7 possono essere utilizzati per verificare situazioni a temperatura controllata. Alla base vi è sempre il precondizionamento atmosferico, che include la conservazione del campione nella situazione richiesta (es. umidità) per un minimo di 24 ore. Al termine, possono iniziare i test in regime di temperatura controllata.

Con Grifal puoi verificare e certificare l’affidabilità del tuo imballo. Per saperne di più o per scoprire come testare i tuoi imballi, contattaci e ti risponderemo subito.

Scopri le procedure di test ISTA tradotte in italiano!

    Grifal è l'azienda tecnologica di riferimento in Italia per la progettazione e produzione di soluzioni di packaging ad alte prestazioni ed ecosostenibili.
    Contattaci tramite il form qui di seguito, ti risponderemo subito. Grazie!


    *campo richiesto

    In Evidenza

    Laboratorio test interno Grifal apass

    Test e Packaging certificati AMAZON

    Evita sanzioni in caso di imballaggi non certificati o non rispondenti ai protocolli di qualità!
    Avrai subito a disposizione una consulenza integrata, dalla progettazione di packaging personalizzato fino alle procedure di test

    Scopri di più
    Sicurezza imballaggi e trasporti

    Sicurezza per Imballaggi e Trasporti

    Rendi il tuo imballo conforme ai protocolli di test internazionali grazie al marchio ISTA, Otterrai una migliore resistenza dell’imballo a urti, vibrazioni, compressioni e condizioni atmosferiche estreme oltre ad una maggiore soddisfazione del cliente

    Scopri di più