Si inizia a parlare di imballaggi nella seconda metà dell’Ottocento, quando queste soluzioni cominciano a dimostrarsi utili al commercio dei prodotti.

Fu così che il packaging si ritagliò un vero e proprio ruolo, proponendosi come mezzo di comunicazione e vendita.1

La protezione del prodotto, l’immagine e la forma dell’imballo esterno in carta e cartone crebbero di importanza nella seconda metà del XX Secolo, diventando parte attiva della strategia di design e commercializzazione dei prodotti.

La confezione permise di rivoluzionare il futuro di molti settori industriali, pensiamo ad esempio alle qualità ideali per contenere, proteggere, conservare e trasportare gli alimenti.

packaging

Cosa significa il termine “imballaggio”?

Con il termine “imballaggio” si indica genericamente il processo di confezionamento del prodotto.2
Nello specifico ci riferiamo all’insieme dei processi tecnologici relativi al condizionamento delle merci al fine di renderle idonee:

  • alla movimentazione in fabbrica
  • allo stoccaggio
  • al trasporto, prevedendo i possibili diversi mezzi e sollecitazioni
  • all’utilizzazione o al consumo da parte del cliente finale

Il settore degli imballaggi comprende varie tipologie di packaging, ognuna pensata per diversi utilizzi e con proprie peculiarità.

  • In prima analisi, garantire un trasporto sicuro – proteggendo il prodotto da possibili rotture o deterioramenti – è un aspetto fondamentale perché preserva la soddisfazione del cliente riducendo i resi e di conseguenza i costi per le aziende.
  • In secondo luogo, la scelta del materiale di riempimento che si inserisce all’interno delle scatole per proteggere le merci deve essere presa con cura ed attenzione.

Funzioni primarie dell’imballaggio di protezione

Un packaging protettivo per essere funzionale deve:

  • Proteggere il prodotto da urti, vibrazioni, compressioni e agenti esterni (es. condizioni atmosferiche) durante il trasporto.
  • Non essere sovradimensionato rispetto al prodotto.
  • Non incidere eccessivamente sul costo finale del prodotto.
  • Promuovere il prodotto: l’imballaggio comunica cosa contiene, può veicolare messaggi di marketing e permette l’identificazione del prodotto, anche ad esempio in termini di quantità, additivi, modalità di utilizzo e scadenza.

Per essere efficiente al 100%, un imballaggio deve essere resistente ma al tempo stesso leggero e facilmente trasportabile. Gli imballaggi di protezione possono essere realizzati con diversi materiali, che devono essere però facilmente smaltibili e inseriti in un contesto di economia circolare ed eco-sostenibilità.

I materiali di riempimento più diffusi

Tra i principali materiali riempitivi più conosciuti nel mercato dell’imballaggio, definiti anche come “internistica”, possiamo citare:

  • Fogli di polietilene espanso: è un materiale plastico utilizzato prevalentemente per proteggere e imballare oggetti di piccole dimensioni e dal peso leggero.
  • Carta da imballaggio: particolarmente indicata per riempire gli spazi vuoti nelle scatole, soprattutto con oggetti di piccole e medie dimensioni non fragili.
  • Schiuma in polistirolo espanso: è un materiale plastico duttile e con un peso contenuto. Si modella per la protezione di oggetti non fragili.
  • Plastica a bolle d’aria: adatta per l’imballo di prodotti non fragili di piccole e medie dimensioni, in particolare gli oggetti pesanti.
  • Poliuretano espanso: flessibile, con capacità di assorbimento degli urti. È indicato soprattutto per il riempimento di scatole con prodotti leggeri.

Coniugare tutte le proprietà utili all’avvolgimento e alla separazione dei prodotti all’interno delle scatole con un packaging che sia performante e rispettoso dell’ambiente non è facile.

cushionPaper

L’alternativa reale ed eco-sostenibile a ogni materiale plastico è cushionPaper™, in grado di soddisfare le esigenze di mercato di svariati settori, dalla componentistica industriale all’eCommerce fino agli elettrodomestici:

  • realizzato in carta completamente riciclabile e smaltibile
  • nasce dall’esigenza di proteggere, riempire, bloccare e avvolgere gli oggetti
  • si adatta ad ogni forma, peso e dimensione del prodotto o della scatola
  • è un prodotto completamente Made in Italy
  • la materia prima utilizzata proviene da foreste gestite in modo responsabile e sostenibile
richiedi subito un preventivo
scarica il catalogo 2020 cushionPaper

Verso un packaging sempre più ecosostenibile

Numerosi consorzi e aziende produttrici di imballaggi stanno cercando di trovare materiali e modalità di produzione che siano meno impattanti sull’ambiente. In Grifal la sensibilità per la tutela dell’ambiente di certo non manca. Dedichiamo, infatti, ingenti risorse alla realizzazione di prodotti che rispettino i requisiti di:

  • riciclo
  • riutilizzo dei prodotti
  • utilizzo della minore quantità possibile di materia prima
  • utilizzo di materie prime certificate e rinnovabili
  • riduzione continua delle emissioni di CO2

Grifal dispone di uno Studio di Progettazione in grado di esprimere lo stato dell’arte per soluzioni di imballo personalizzate. Tanto è vero che ogni anno in azienda vengono creati centinaia di progetti per soddisfare le esigenze di aziende di ogni dimensione e mercato.

Disponiamo infatti di uno Staff interno che dialoga con il cliente per condividere soluzioni innovative, personalizzazioni funzionali e grafiche e offrire il massimo supporto post-vendita.

Stefano Corna è il nostro Responsabile Progettazione e R&D:

“Il servizio di progettazione offerto da Grifal si basa su un Dipartimento dedicato
che studia e crea proposte personalizzate a 360°,
con l’obiettivo di realizzare le migliori soluzioni di imballo.

In questo modo, il Team interno di professionisti della progettazione non si pone limiti nel rapporto
di reciproca fiducia e soddisfazione con i clienti Grifal.
Dall’analisi tecnica alle simulazioni 3D,
dall’eventuale confronto con le soluzioni in essere
alla scelta di materiali green,
dalla prima campionatura ai test e alla definizione degli ottimali processi di produzione,
incontrando le più svariate esigenze dei clienti: tutto a garanzia di una soluzione finale competitiva e professionale
per un imballaggio personalizzato e performante.”

La nostra azienda possiede l’unico Laboratorio di Test Imballaggi in Italia in grado di eseguire 29 protocolli di prova certificati ISTA.

Per tutti i dettagli sulle procedure di test ISTA, continua a leggere.

contattaci
scopri di più sui nostri test